A fresh new start

gutsLa notte del 31 dicembre avevo i gomiti  appoggiati al parapetto del London Bridge; gli occhi al cielo, a guardare il cielo illuminato dai fuochi d’artificio.

A mezzanotte in punto ho tirato un sospiro di sollievo. Il 2013 era finalmente arrivato al suo termine, con tutti i suoi giorni bui, le sue brutte persone e qualche spiraglio di luce.

Ho iniziato questo 2014 con i migliori propositi, con le migliori speranze.

A neanche un mese dal primo gennaio sono caduta. Male, molto male.
Mi sono fratturata una vertebra in un modo piuttosto brutto, ma la fortuna ha voluto che le mie gambe continuassero ad andare per il mondo.
A poco più di due settimane dall’accaduto mi trovo con qualche vite e qualche placca tra le vertebre, un corsetto ortopedico e una spasmodica voglia di vivere.

Nonostante il dolore, la paura e i momenti di sconforto questo 2014 mi sembra bello, leggero, spensierato. L’anno orribile appena concluso possiamo anche infilarlo in una cassa zavorrata lasciata cadere nel mezzo dell’oceano.

È un fresco nuovo inizio, come si direbbe nella mia città adottiva del cuore.

Annunci

4 pensieri su “A fresh new start

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...